Introduzione

A tutto il Personale dell’I.C.
Agli Alunni e alle loro Famiglie
Alle Autorità locali

“L’istruzione e la formazione sono le armi più potenti che si possono utilizzare per cambiare il mondo”
Nelson Mandela

All’inizio di un nuovo anno scolastico, in un Istituto che si può definire in qualche modo anch’esso “nuovo”, desidero porgere il mio saluto a tutto Voi.

Il mio desiderio, in questo momento, è quello di costruire insieme un sentire comune e unità d’intenti, senza ignorare la complessità e i problemi che ogni nuova creazione porta inevitabilmente con sé, ma al contempo consapevole dell’enorme ricchezza di risorse umane che la Scuola e il territorio possiedono.

In “Lettera ai giudici”, don Lorenzo Milani ha scritto:
“Su una parete della nostra scuola c’è scritto grande: I CARE.

È il motto intraducibile dei giovani americani migliori. Me ne importa, mi sta a cuore.”

Ben conscia dell’enorme distanza che mi separa da un così grande educatore, sento comunque di poter affermare in tutta sincerità che anche a me stanno a cuore la formazione e la crescita culturale ed umana dei bambini e dei ragazzi che ci vengono affidati, per cui il mio obiettivo prioritario è quello di favorire questa crescita e questa formazione, offrendo ad ogni singolo alunno l’opportunità di sviluppare al massimo le proprie potenzialità, con particolare attenzione a tutti coloro che vivono situazioni di disagio e difficoltà, di qualunque natura.

Per realizzare questo, ho bisogno della collaborazione di tutti: della partecipazione attiva e consapevole delle Famiglie; dell’impegno e della passione dei Docenti; della professionalità del sistema amministrativo, offerta dal Direttore e dagli Assistenti; della cura dell’ambiente da parte dei Collaboratori Scolastici e soprattutto della loro dedizione nell’accogliere ed assistere i ragazzi; dell’ apporto del Territorio con le sue Istituzioni.

Solo collaborando tutti insieme, animati e sostenuti dalla comune passione educativa, potremo costruire una Scuola di qualità, in un ambiente formativo aperto e stimolante, attento alla crescita di ogni ragazzo come persona e come cittadino, una Scuola che accresca e porti a maturazione negli alunni quelle conoscenze e competenze necessarie alla realizzazione di ciascuno, all’inserimento nella società e alla costruzione di relazioni positive con gli altri.

Concludo inviando a tutti Voi – Docenti, Personale ATA, Alunni, Famiglie, Amministratori locali ed Autorità Civili e Religiose – il mio caloroso saluto, unito all’auspicio di una reciproca collaborazione e dell’impegno di ciascuno e di tutti, elementi indispensabili per realizzare un’autentica azione educativa, volta al costante miglioramento della Scuola.

San Marcello, 12 settembre 2013


Il dirigente scolastico
Lidia Prosperi